Il percorso “Cesena Rigenera- Spazio Comune” avviato da Comune di Cesena desidera rivitalizzare alcuni immobili della città. Tra questi anche lo Spazio Oltresavio che acquista, grazie ad Associazione Culturale Barbablù e Cesena Comics & Stories APS, un nuovo nome e una nuova destinazione d’uso: Opificio Artaj.

Che cos’è Opificio Artaj?

La parola artaj indica i ritagli del nostro dialetto romagnolo. Il nome è un invito per tante creatività differenti ad abitare lo spazio, a fare rete e trovare progettualità comuni. Proprio come tanti ritagli, se giustapposti in maniera adeguata, creano un quadro d’insieme, Opificio Artaj convoglia e direziona le incredibili e numerose creatività giovani del nostro territorio. Essendo un luogo di trasformazione, lo spazio non poteva che diventare metaforicamente un “opificio”, un luogo in cui le materie grezze entrano per uscirne solo dopo aver acquisito una nuova forma.

Un laboratorio permanente di narrazione

Nell’aula didattica è possibile frequentare corsi dedicati ai meccanismi e segreti della Narrazione, imparare i rudimenti del disegno e del fumetto, approfondire la portata comunicativa delle immagini.
Albi illustrati, fotografia, graphic novel e romanzi… Opificio Artaj è il posto delle storie e della loro condivisione. Particolare attenzione è rivolta alla programmazione di corsi e iniziative per un pubblico giovane e adulto.

Non solo, Opificio Artaj è anche spazio co-creation e progettazione condivisa. Scrivanie “a noleggio” per disegnare, studiare e portare a termine il proprio progetto creativo. Consulenza e mentoring per autori e autrici in erba. Fornitura di strumenti e apparecchiature utili a finalizzare un’idea. Lo spazio raccoglie l’esperienza dei soci di Ass. Culturale Barbablù – scrittori, autrici per l’infanzia, grafici e disegnatori – per metterla a servizio di quanti vogliano lavorare con la propria creatività e condividerla con gli altri.




Opificio Artaj, viale della Resistenza 57 – Cesena

Per maggiori info e dettagli: associazione.barbablu@gmail.com